Scuole

Sportelli d’ascolto psicologico

Da molti anni la Cooperativa Area si occupa del servizio di sportello d’ascolto nelle scuole della Valle Sabbia.

Lo sportello d’ascolto svolto da psicologi e psicoterapeuti, all’interno delle scuole della Valle sabbia, sta acquisendo, di fatto, una sorta di istituzionalizzazione. Questa strutturazione si è creata nel tempo, attraverso gli sforzi di tante persone che, credendo nell’utilità dell’ascoltare e dell’essere ascoltati, hanno fatto ‘sedimentare’ un bisogno riconosciuto da molti.  

Le realtà in cui operiamo chiedono relazione, competenza, impegno, incoraggiamento. Gli operatori psicologi, ‘in prima linea’ nelle scuole, si interfacciano con ragazzi e ragazze, insegnanti, personale scolastico, genitori ed altri professionisti, in un rapporto con la diversità in senso lato, un rapporto che viene ‘ascoltato’, da professionisti psicologi, con orecchie preparate e collegate con la propria formazione ed esperienza personale. Gli ‘ascolti’ degli psicologi vanno a sollecitare diverse corde interne, come il pensiero, l’emozione, la memoria, per arrivare ad un’elaborazione intrapsichica che deve produrre una riflessione adeguata ed una impostazione di intervento corretta. 

Gli esiti dei tanti ‘ascolti’ si dipanano in direzioni plurime come: il rinnovo di un appuntamento, il coinvolgimento di altri attori significativi della vita del minore, altri professionisti della salute, servizi del territorio. Per arrivare a questi decorsi lo psicologo deve essere preparato ad individuare la ‘giusta’ strada, deve essere in contatto emotivo con la persona che chiede il suo aiuto e riuscire ad accompagnarla per un pezzo di strada, corto o lungo che sia, al fine di far riprendere un ‘funzionamento’ accettabile o buono dell’esistenza. 

Percorsi di prevenzione ed educazione alla salute in ambito scolastico

Il consultorio familiare Nodi offre da diversi anni interventi di educazione e di promozione della salute nelle diverse fasi di vita, per i cittadini dei distretti sanitari 11 e 12. Le proposte si rivolgono a gruppi di minori in età evolutiva, dall’infanzia all’adolescenza, in particolare in collaborazione con le scuole, ma anche agli adulti, nella loro funzione educante. Tra le diverse azioni proposte, presenta gruppi di informazione e confronto rivolti alla popolazione adulta, centrati su molteplici tematiche, educative e sanitarie. I gruppi sono organizzati in modo da essere rivolti a tutti i cittadini oppure, in particolare, agli “adulti educanti”, come genitori, educatori, allenatori, catechisti e chiunque porti un interesse verso l’età evolutiva. Le tematiche proposte sono legate all’educazione all’affettività e alla sessualità, alle malattie sessualmente trasmesse, alle relazioni e alle abilità di vita (life skill), alla genitorialità e in generale alle tematiche legate alla salute e al benessere fisico-psichico e sociale della popalazione.

I progetti

01.

SmartSchool_LOGO_RGB

Smart School

Coop Area, è l’ente che sul territorio della Valle Sabbia si occupa di sviluppare il progetto Smart School, un progetto ad ampio raggio che attraverso un finanziamento nazionale si adopera per contrastare la dispersione scolastica, aggiornare i metodi didattici e sviluppare una comunità educante. Il progetto Smart School è sostenuto da un partenariato che comprende 41 soggetti pubblici e del privato sociale locali della provincia di Brescia (Soggetto capofila: Il Calabrone Società cooperativa sociale Onlus; soggetti referenti per il nostro territorio: Comunità Montana di Valle Sabbia e Area Società cooperativa Sociale.) costituitosi da un’iniziativa di Fondazione Comunità Bresciana in accordo con l’Impresa Sociale Con i Bambini e tre ambiti territoriali locali. L’obiettivo generale è lo sviluppo di progetti di prevenzione e contrasto della povertà educativa sul territorio e nello specifico: Bassa Bresciana Centrale, Valle Trompia, Valle Sabbia. Smart School si propone di promuovere il cambiamento culturale nei 3 territori al fine di contrastare la dispersione scolastica nella fascia d'età 11-17 anni e di promuovere il benessere e la crescita armonica dei minori. Il progetto agisce attraverso due strategie: “piantare fragole” e “scavare pozzi”. Il progetto “pianterà fragole” dove il territorio è in grado di supportare nuovi servizi da replicare fino a generare un cambiamento di sistema. “Scaverà pozzi”, agendo più in profondità per creare i presupposti per cui poi si possano sperimentare nuove prassi. La scuola sarà soggetto centrale in tutte le fasi della progettualità. In Valle Sabbia è stata avviata fin dal 1 ottobre 2019, data di partenza del progetto, una progettazione partecipata attraverso un tavolo di confronto composto dalla Cooperativa Sociale Area e dalla Comunità Montana di Valle Sabbia che hanno declinato le azioni del progetto sul territorio in collaborazione con i Dirigenti e i Referenti di tutti gli Istituti Comprensivi locali e dell'Istituto d’Istruzione Superiore “G. Perlasca”. Per scoprire le diverse azioni del progetto seguite i social della cooperativa. Continua a leggere

02.

Logo DAD

DAD- differenti approcci didattici

A breve notizie sull’avvio del progetto DAD (2021-2024)

03.

Intrecci

Il progetto Intrecci, finanziato da Fondazione Comunità Bresciana, ha permesso a Cooperativa Area di condurre una dettagliata analisi sulla dispersione scolastica nel territorio valsabbino, sperimentando sul campo una strategia d’intervento volta a contrastarne le cause principali.

04.

GPA

Un progetto che ricerca e sviluppa la partecipazione giovanile, la cittadinanza attiva e lo sviluppo del territorio Valle Sabbia. Si tratta di un progetto finanziato da Regione Lombardia in collaborazione con ANCI nell’ambito di “La Lombardia è dei giovani”, e sostenuto da una rete costituita da Comune di Villanuova s/C (Capofila), Comune di Barghe, Comunità Montana di Valle Sabbia, Cooperativa Sociale Area, Azienda speciale Valle Sabbia Solidale, Istituto Istruzione Superiore “G. Perlasca”, Centro Formativo Provinciale “G. Zanardelli” sede di Villanuova sul Clisi, Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia, Paganella, FAb Lab Vallesabbia, Associazione Fabbrica di Nuvole. Continua a leggere

04.

Peer Education

Nasce nell’anno scolastico 2019-20 il primo progetto “PEER” in Valle Sabbia, coinvolgendo studenti e insegnanti dell’Itis Istituto Polivalente Perlasca di Valle. La Peer Education, detta anche “educazione fra pari” o “prevenzione fra pari”, è una proposta educativa attraverso la quale, in un gruppo, alcuni soggetti (peer educators) vengono scelti e formati per svolgere il ruolo di educatore nei confronti degli altri membri dai quali, però, sono percepiti come loro simili.

05.

Laboratori di vita (life skills)

Cooperativa Area, da alcuni anni, in collaborazione con ATS Brescia, sviluppa progetti di promozione alla salute attraverso la metodologia e l’approccio del Life Skill education , un approccio volto a creare o mantenere stili di vita e condizioni salutari attraverso lo sviluppo di conoscenze, atteggiamenti e abilità specifiche: decision making, problem-solving, pensiero critico, pensiero creativo, comunicazione efficace, capacità di relazioni interpersonali, autoconsapevolezza, empatia, gestione delle emozioni, gestione dello stress (WHO, 2003). LifeSkills Training (LST) rappresenta nel panorama mondiale uno dei programmi che ha dimostrato maggiori successi dal punto di vista dell’efficacia preventiva di una ampia serie di comportamenti a rischio. Agisce attraverso il rafforzamento di abilità personali, sociali e di resistenza alle pressioni sociali; utilizza metodologie di comprovata efficacia e prevede strumenti costruiti ad hoc per formatori, insegnanti e studenti. Area sviluppa da diversi anni progetti legati alla promozione delle Life Skills in diverse scuole della Valle Sabbia e del Garda Bresciano: attraverso i suoi operatori, formati LST, ha accompagnato numerosi docenti, studenti della secondaria di primo grado nella conoscenza e nello sviluppo e nell’accrescimento delle competenze di vita.  

contatti

Coordinatrice

Laura Busecchi

Telefono

333 627 5350

Email

laura.busecchi@areacoop.it