MIGRAZIONI E INCLUSIONE SOCIALE

Io vedo che, quando allargo le braccia, i muri cadono. Accoglienza vuol dire costruire dei ponti e non dei muri.” 
Don Andrea Gallo

La presenza di persone con background migratorio costituisce da più di vent’anni un fenomeno significativo per la provincia di Brescia. Anche il territorio valsabbino ha vissuto il
processo di evoluzione delle migrazioni con il progressivo aumento di famiglie con un progetto migratorio stabile e la conseguente presenza di seconde generazioni.
La Cooperativa ha maturato nel tempo un’attenzione specifica ai bisogni espressi dalle famiglie migranti all’interno dei servizi consultoriali e dei servizi socio-educativi, così come ai processi di inclusione e di convivenza sul territorio.


A partire da questa attenzione, all’affacciarsi di nuovi bisogni, dal 2011, Area fa propria l’esperienza dell’accoglienza dei rifugiati e dei richiedenti asilo con una progettazione di micro-accoglienza diffusa che, garantendo la dignità della persona sia da parte di chi è ospitato sia da parte di chi ospita, nel 2018 sfocia nella gestione del primo progetto Sprar della Valle Sabbia all’interno del comune di Serle.


Al termine di questa esperienza a fine 2020, continua l’impegno della Cooperativa nell’accompagnare i processi di inclusione, anche all’interno dei servizi, legati all’attuale
evoluzione dei fenomeni migratori. Area è partner di un progetto interregionale finanziato dal Fondo Fami per il rafforzamento dell’autonomia abitativa, lavorativa e sociale dei titolari di protezione internazionale, di cui supporta il percorso di integrazione attraverso il radicamento sul territorio e la relazione con i soggetti istituzionali e della comunità.

SCOPRI IL PROGETTO FAMI

 

Contatti

Coordinatrice: Chiara Cavagnini

Telefono: 342 74 66 005 

mail: chiara.cavagnini@areacoop.it